Guida ai mercatini delle pulci di Berlino

berlino cosa fare

I FLOHMARKT DI BERLINO, LA NOSTRA GUIDA

La domenica a Berlino è la giornata del Flohmarkt (mercato delle pulci), ce ne sono diversi e collocati in più quartieri. Di solito quelli più conosciuti e che sono su tutte le guide turistiche sono quello di Mauerpark (Prenzlauer Berg), quello a Boxhagener Platz (Friedrichshain) e negli ultimi due anni la new entry: quello a Maybachufer (Neukölln). Diciamo che sono quelli più di moda al momento.Piccola parentesi: se avete voglia di un mercato delle pulci un po‘ diverso dal solito, da provare il Nachtflohmarkt (mercato delle pulci notturno) al SO36, Oranientstr. 190, Kreuzberg! Si tiene un mercoledì al mese, all’interno del famoso locale di Kreuzberg con tanto di dj. Sul sito, giustamente, lo presentano come un’esperienza di shopping nello stile di Kreuzberg. Chiusa parentesi.

Mercati delle pulci

Mercati delle pulci

Un mercato che trovo interessante, sia per quello che viene venduto sia per il posto in cui è situato, è l‚Antik Markt dietro la stazione di Ostabahnhof (Friedrichshain). Un mercato dell’antiquariato fra la stazione che, fino a pochi anni fa, era la principale di Berlino. Lo scettro è poi passato a quella formato astronave Enterprise: Hauptbahnhof.

Galerie Kaufhof

Galerie Kaufhof

Nella piazza in cui si svolge l’Antik Markt, c’è una filiale di Galeria Kaufhof (Grande magazzino), il cui edificio è rimasto quello originale del 1979 (mentre ad esempio ad Alexanderplatz la tipica facciata con reticolato in metallo è stata eliminata), i Plattenabauten attorno completano il paesaggio da cartolina stile DDR.

Mercati delle pulci

Mercati delle pulci

All‘Antik-Markt si trova di tutto e, nonostante si tratti di antiquariato, i prezzi non sono sempre impossibili.

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

IL MERCATINO DI RAW TEMPEL

L’altro mercatino che propongo è quello in Revaler Strasse (Friedrichshain) dentro l’area del RAW-tempel e questo mi dà anche l’occasione di raccontare qualcosa a proposito di questo progetto che, con successo, propone il cosiddetto „Sviluppo della città dal basso“.

Questo mercatino, rispetto agli altri più famosi, è quello in cui si respira ancora l’aria del tipico mercato delle pulci berlinese, in cui la gente del quartiere vende le cose che non usa più a prezzi che vanno da 1 euro in su (ma non più di tanto). Il tutto all’interno di questa ex area industriale fra scheletri di officine, magazzini ed uffici, in cui sono presenti ben più di 60 associazioni e locali di vario genere, tutto prontamente rifinito con murales e graffiti.

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

Fra un acquisto e un altro, ci si può rifocillare in alcuni dei bar ricavati dagli edifici industriali tipici della seconda metà dell’Ottocento. Fra gli ultimi arrivi in quest’area c’è anche il famoso queer party „Irrenhouse“, organizzato da Nina Queer; la sede storica era a Prenzlauer Berg.

La risposta alla domanda: „Tornerai ad organizzare un party a Prenzlauer Berg o secondo te il quartiere si è definitivamente sputtanato?„, è secondo me, la perfetta descrizione di come Prenzlauer Berg è attualmente: „Mi piacerebbe. Ma tutti i locali in cui sarebbe possibile, hanno chiuso. Oppure devo ora organizzare party nei negozi bio e nei silenziosi cafè?“ (tratto da Siegessaeule 07/2012).

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

Cos’è RAW-tempel? Si tratta dell’azienda più vecchia di Friedrichshain, un complesso di officine della Reichsbahnausbesserungswerkstatt (abbreviato RAW) addette alla manutenzione e riparazione dei treni e dei componenti; l’area fu creata nel 1867 e ci lavoravano 600 operai. Dopo nemmeno vent’anni, i lavoratori erano saliti a 1200 per via dell’apertura della Stadtbahn Berlin (la linea ferroviaria urbana). Durante il periodo della DDR l’azienda venne rinominata RAW „Franz Stenzer“, in memoria dell’omonimo comunista ucciso dai nazisti. Come è accaduto per tutte le attività industriali in funzione nella DDR, dopo la caduta del Muro sono state dismesse.

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

Nel 1999 un gruppo di abitanti del quartiere affitta alcuni degli edifici e fonda l‘associazione culturale RAW-tempel e. V. con lo scopo di creare progetti inteculrurali. Lo scopo dell’associazione era ed è tutt’ora quella di utilizzare gli spazi insieme agli abitanti del quartiere e costruire progetti e attività socioculturali, secondo l’idea dello „Sviluppo della città dal basso“. Sì, perché esiste anche lo „Sviluppo della città dall’alto“ (vedi il progetto Mediaspree), che non è altro che la speculazione, pezzi della città vengono venduti a privati che poi costruiscono hotels, loft, uffici, centri commerciali e quant’altro, quindi aree intere di cui gli abitanti non possono più usufruire e che seguono altro tipo di logiche.

100_3138Come dicevo, nell’area del RAW Tempel, ci sono più di 60 attivita‘, a parte locali per concerti, party, bar molto frequentati, sono presenti studi di produzione di musica e video, sale prove, teatro, una scuola circense, un’associazione di skateboarder, uno spazio per l’arrampicata sportiva e molto altro ancora. Il successo di questo progetto è ben visibile ogni giorno, per non parlare del fine settimana, dato l’enorme flusso di gente sulla Revaler Strasse.

Esempi di edifici del progetto Mediaspree li trovate anche qui: Schizofrenia architettonica di Berlino

RAW Tempel, la sua storia e presente con l’incredibile mostra di graffiti potrete vederli partecipando al Tour di Friedrichshain.

Altri famosi graffiti e uno dei quartieri più famosi di Berlino sono nel Tour di Kreuzberg 36.

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

Mercatini delle pulci

100_3126

Ein Gedanke zu “Guida ai mercatini delle pulci di Berlino

  1. Pingback: Cucina tedesca in un bar storico di Friedrichshain | Berlin Kombinat Blog

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.