L’angelo azzurro e la comune alternativa: ufaFabrik Berlin

Cosa vedere a Berlino

Entrata ufaFabrik

LE COMUNI BERLINESI: UFAFABRIK

La storia di Berlino e la sua immagine di metropoli culturalmente vivace deve molto a quello che viene chiamato „Movimento delle occupazioni“ fra i primi anni ’70 e l’inizio dei ’90 dopo la caduta del Muro. Le occupazioni avevano lo scopo di costruire concretamente modi di vita in comune alternativi a quello „unico“ tradizionale, utilizzando gli spazi non solo per abitarci ma anche per progetti culturali, artistici e sociali e tutto autogestito. Il risultato di tutto ciò è sotto gli occhi di tutti, anche del turista che magari non sa il perché Berlino sia cosi‘ attiva e movimentata.

L‘ ufaFabrik nel quartiere di Tempelhof, non lontano dal famoso aeroporto trasformato in un immenso parco molto amato dai berlinesi, è una comune nata nel 1979 e subito riconosciuta come importante centro culturale e sociale della città.
 

Gli inizi dell’ufaFabrik

GLI „STUDIOS“ DI FRITZ LANG E VON STERNBERG

L’area di quasi 19000mq su cui si trova questa comune faceva parte in passato della UFA, la famosa casa di produzione di pellicole cinematografiche, fra cui film come „L’angelo azzurro“ di Josef von Sternberg con Marlene Dietrich, „Metropolis“ di Fritz Lang e tantissimi altri. Dal 1956 gli studi a Tempelhof furono però chiusi.

1979 l’occupazione

Nella metà degli anni ’70 una comune a Schöneberg si era sviluppata a tal punto che i due piani di un edificio industriale non erano più sufficienti per le attività culturali, sportive e artigianali che erano state create.

ufaFabrik

C’era bisogno di un luogo più grande, e la vecchia area degli studi UFA era perfetta. Nel 1979 inizia l’occupazione e nel giro di tre settimane il senato di Berlino riconosce al gruppo il diritto di restare. Il contratto d’affitto arriva dopo un paio di mesi.

UFAFABRIK E IL CAFÉ OLÉ

Nella comune autogestita ci vivono oggi 40 persone, ce ne lavorano circa 200 e in quello che potrebbe somigliare ad un piccolo borgo metropolitano si trovano: un parco giochi, un Kinderbauernhof (sorta di fattoria con animali per i bambini), una Freie Schule (scuola con metodi di insegnamento alternativi a quello tradizionale), un panificio bio, una pasticceria, un alimentari bio, sale per il teatro, per corsi di danza, per arti marziali e tante altre attività, un teatro all’aperto, una scuola circense per i bambini, un centro culturale internazionale, un bar-ristorante, un piccolo albergo.
La struttura è incredibile e ben organizzata. ufaFabrik sembra davvero un piccolo borgo animato con tanto di proprie vie come una città a sé.
Molto piacevole anche solo fermarsi per una colazione al Café Olé. Cosa che ho fatto essendo passata di mattina all‘ufaFabrik e a quell’ora non ci sono concerti o altri eventi.
 
ufaFabrik non è certo l’unico posto del genere a Berlino, ma sicuramente è uno dei più grandi. A Kreuzberg c’è uno dei miei preferiti: Regenbogenfabrik (la fabbrica dell’arcobaleno) e anche in questo caso l’idea alla base è quella di combinare gli spazi per vivere in comune e realizzare attività basate su altri interessi che non solo il profitto. 

Pausa al Cafe‘ Ole‘ 🙂

Se si ha voglia e curiosità di conoscere Berlino, una visita all‘ ufaFabrik può far capire molto dell’atmosfera della capitale tedesca, così diversa da quella della tipica metropoli con ritmi frenetici e „tanto city“.

 
ufaFabrik
Viktoriastrasse 10-18, 12105 Berlino
 
Sito ufficiale: ufaFabrik
Café Olé orari di apertura
tutti i giorni dalle 10

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.