Kreuzberg e il suo passato industriale

Kreuzberg

Kreuzberg

DA ZONA INDUSTRIALE A QUARTIERE „MULTIKULTI“

Kreuzberg era un quartiere industriale, mentre oggi è conosciuto come centro della vita notturna ed „alternativa“ di Berlino, centro „multikulti“ (multiculturale), meta di tantissimi giovani creativi, artisti e comunque economicamente basato sul settore dei servizi e non più sulle fabbriche. Ma girando per il quartiere non si possono non notare aree e edifici che fanno pensare anche ad un passato molto diverso da come si presenta attualmente. Alcune cose caratteristiche di questo quartiere come la metropolitana sopraelevata iniziano la loro storia proprio nel periodo dell‘industrializzazione. All’inizio del XIX secolo, Kreuzberg aveva prevalentemente attività di tipo artigianale, finché il mercato venne invaso da prodotti di massa e a basso costo provenienti dall‘Inghilterra, di conseguenza molte botteghe fallirono (in particolare quelle del settore tessile). Nel 1830 iniziò il processo di industrializzazione soprattutto del settore metalmeccanico e tessile.

Kreuzberg

Kreuzberg

IL TRESOR, DA EDIFICIO INDUSTRIALE A CLUB TECHNO

Köpenickerstrasse (amministrativamente appartiene al circondario di Mitte) fu il centro dell’industria di lavorazione del tessile per la sua vicinanza allo Spree e infatti tutt’oggi, percorrendo il lungo questa strada, si possono vedere vecchi edifici industriali occupati da diverse attività commerciali. Anche il famoso club tecno Tresor si è trasferito in uno di questi ex-edifici industriali.

Kreuzberg

Kreuzberg

Con l’industrializzazione arrivò anche la ferrovia che contribuì a far diventare la città un importante centro industriale per tutto il Nord Europa. Addirittura Siemens iniziò la sua attività di costruzione di telegrafi („Telegraphen-Bauanstalt von Siemens & Halske“) proprio vicino Anhalter Bahnhof (nel quartiere di Kreuzberg). Usando la dinamo come motore elettrico è iniziata anche la storia della metropolitana berlinese.

Kreuzberg

Kreuzberg

LA LINEA METROPOLITANA U1 IDEATA DA SIEMENS

Siemens presentò nel 1879 la prima locomotiva elettrica e secondo un suo progetto fu costruita la linea metropolitana 1 (U-Bahn 1 – che è quella che attraversa tutto il quartiere di Kreuzberg). La linea 1 è sopraelevata, e non a caso si tratta della visione di Siemens: „Una rete ferroviaria elettrica che passi sopra i tetti di Berlino“.

Nel progetto della linea 1 era incluso lo stile architettonico delle stazioni, l’esempio migliore è quella di Schlesisches Tor di stile rinascimentale. In cima alla stazione della metropolitana si può notare una specie di bandiera in metallo che porta le iniziali „SH“ (Siemens e Halske).

Kreuzberg

Kreuzberg

Girando per Luisenstadt (così all’epoca si chiamava Kreuzberg 36, Luisenstadt comprendeva una parte di Mitte e la parte nord di Kreuzberg, mentre Friedrichstadt sempre una parte di Mitte e quella sud di Kreuzberg), ci sono molti edifici industriali dell’epoca con i tipici cortili interni collegati fra loro. Tra i più conosciuti ci sono: Elisabethof (Hof vuol dire cortile), Engelbeckenhof, Oranienhof, Ritterhof.

Kreuzberg

Kreuzberg

Il quartiere all’epoca doveva essere un agglomerato di industrie ad alta densità abitativa, con una popolazione costiuita per la maggior parte di immigrati. Mentre i negozi, i ristoranti e i locali notturni si trovavano fra Oranienplatz e Moritzplatz. In Ritterstrasse si trova uno di questi tipici complessi industriali costituiti da più cortili interni, oggi hanno sede diverse società e uno dei club più frequentati, il Ritter Butzke.

2 Gedanken zu “Kreuzberg e il suo passato industriale

  1. Pingback: Gedenkstätte Plötzensee – Monumento alla memoria delle vittime del nazionalsocialismo Plötzensee | Berlin-Kombinat

  2. Pingback: I marciapiedi si raccontano……Reichenberger Strasse | Berlin-Kombinat

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.