Gite “dentro” porta: Köpenick – seconda puntata

berlino cosa vedere

I DINTORNI DI BERLINO: KÖPENICK – SECONDA PARTE

Continua la nostra passeggiata alla scoperta di Köpenick! Nel pittoresco quartiere di Friedrichshagen si trova un’altra curiosità: lo Spreetunnel, un passaggio pedonale che unisce la zona di Kammerheide con il parco Müggelpark, passando praticamente sotto il Müggelspree (così si chiama la parte del fiume Spree che scorre in questa zona).

Il tunnel fu costruito nel 1926/1927 ed e‘ lungo 120 mt. Una volta che ci si trova in questa zona, si può andare a visitare il Museum im Wasserwerk, l’area che occupa questo particolare museo è quella della vecchia centrale idrica di Friedrichshagen. Il museo mostra tutto ciò che riguarda la storia del sistema idrico di Berlino attraverso l’architettura e la tecnica.

Köpenick

Köpenick

A pochi passi dallo Spreetunnel non si potrà non notare la Bierbrauerei in cui si produce la birra „Berlin Bürgerbräu“ (dal 2010 il marchio è stato acquistato dalla Raderberger), una parte dello stabile è diventato un museo della birra („Brauereimuseum Friedrichshagen“). Per concludere, una passeggiata lungo la Bölschestrasse che viene soprannominata „il boulevard dell’est“ con edifici e locali caratteristici.

Köpenick

Köpenick

UNA PASSEGGIATA AD ALT KÖPENICK

La parte più antica di Köpenick è appunto Alt Köpenick, costruita fra la fine del XVIII secolo e l’inizio del XIX con edifici in stile classicista, neorinascimentale e neogotico come il Rathaus Köpenick (il municipio di Köpenick). Il Rathaus fu costruito fra il 1901-1905 inclusa la torre di 54 mt, che diventò il punto centrale della città. Nel 1920, con la nascita di Groß Berlin (la grande Berlino), il municipio fu ampliato e ulteriori modifiche furono fatte fra il 1938-1940.

Köpenick

Köpenick

Dal 1996 il comitato di accoglienza è affidato alla statua del „Capitano di Köpenick“. Il suo vero nome era Friedrich Wihlelm Voigt (1848-1922). Un vero mattacchione: fu arrestato più volte per furto e altri reati (facendosi un totale di 29 anni di carcere), ma è diventato famoso per essersi preso gioco dell’esercito prussiano con un colpo alla Lupin! Dopo essersi procurato una uniforme da capitano, si mimetizzò tra le guardie che presidiavano il municipio, entrò nell’edificio e rubò una somma ingente dalle casse della città. Venne arrestato e poi graziato dal Kaiser.

Köpenick

Köpenick

Una passeggiata nelle stradine intorno al Rathaus vale davvero pena, e sembrerà di vivere in un’altra epoca. Non lontano si erge l’entrata del castello di Köpenick, costruito in stile barocco nel 1677-1682 e all’interno si trova anche il Museo delle arti decorative.  Sempre nella „città antica“ si può far visita al Museum Köpenick.

Restando sul tema storico, interessante da visitare è il Gedenkstätte (Memoriale) „Köpenicker Blutwoche Juni 1933“ che si trova proprio nel vecchio carcere della pretura di Köpenick e che, nel 1933, venne usato dai nazisti come prigione e luogo di tortura per gli oppositori. Il nome del memoriale ricorda uno degli episodi più gravi di quel periodo: nella settimana del 21 giugno 1933 furono imprigionati centinaia di attivisti politici e ne furono uccisi 22.

Köpenick

Köpenick

Altro luogo della memoria è Platz des 23. April, che ricorda il giorno della liberazione di Köpenick da parte dell’Armata Rossa. Qui si trova anche il monumento in memoria delle vittime della „Köpenicker Blutwoche“.

Köpenick

Köpenick

IL VOLKSPARK WUHLHEIDE

Cambiando tema e zona di Köpenick, rilassarsi nel Volkspark Wuhlheide non può che far piacere. Per i bambini questo posto è una sorta di Paese dei balocchi! Il progetto di questo parco risale a dopo la Prima Guerra Mondiale, concepito come luogo per il tempo libero in cui venivano messe a disposizioni strutture per diverse attività. Dopo la Seconda Guerra Mondiale il parco stava andando in rovina, finché nel 1951 l’amministrazione di Berlino Est iniziò i lavori di recupero, e nella parte est venne aperto il Pionierpark Ernst Thälmann che oggi è conosciuto con il nome Freizeit- und Erholungszentrum (FEZ, centro per il tempo libero e il riposo) ed è dedicato ai bambini.

Köpenick

Köpenick

All’entrata del parco colpisce subito l’attenzione una vera e propria stazioncina ferroviaria, Parkeisenbahn, con tanto di capo stazione, addetto alla biglietteria, controllore. Sono bambini con le tipiche divise del mondo ferroviario e che vengono istruiti sul tipo di lavoro attraverso dei corsi. Il treno percorre il perimetro dell’area del parco, per sapere gli orari di partenze e arrivi basta consultare il tabellone come in una qualsiasi stazione! Buon viaggio!

Köpenick

Köpenick

Ein Gedanke zu “Gite “dentro” porta: Köpenick – seconda puntata

  1. Pingback: Il villaggio dei pescatori di Berlino | BERLIN KOMBINAT BLOG

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.