Due città che si chiamano Berlino

cosa vedere a berlino est

Museuminsel (Est)

BERLINO, „UNA CITTÀ DOPPIA“

Berlino, fino a non molto tempo fa, erano due città, e Berlin Kombinat Blog vi guida attraverso gli edifici doppi. Probabilmente non ci sono molte altre città in Europa in cui la Storia abbia lasciato tracce così visibili come a Berlino. 

Dal 1949 al 1989, con l’avvento della Guerra Fredda, Berlino si sdoppia: Berlino Est, capitale e centro del nuovo Stato socialista, e Berlin Ovest, un’enclave del mondo del capitalismo occidentale. Una delle testimonianze di questo recente ed incredibile passato è architettonica: Berlino ha una serie di edifici di rappresentanza doppi!   

Berlin Kombinat ama scoprire e visitare Berlino attraverso percorsi originali ed interessanti: girare la città alla ricerca degli edifici doppi dà inoltre la possibilità  di conoscere la città e le sue strade, le zone più o meno conosciute, ma anche di venire a contatto con la sua storia seguendo approcci più stimolanti e divertenti.

Con la divisione della città in settori, e in seguito con il Muro, Berlino Ovest si è trovata senza monumenti ed edifici di prestigio, perché molti si trovavano nella parte est. Pensate, ad esempio, ad Unter den Linden. In questo articolo vi segnalo alcuni di questi famosi „doppioni“:

Haus der Kulturen der Welt in der Kongresshalle Berlin Author=VollwertB

Haus der Kulturen der Welt in der Kongresshalle Berlin Author=VollwertB

GLI EDIFICI DI RAPPRESENTANZA RADDOPPIANO!

Kongresshalle (Ovest) – oggi più conosciuta come Haus der Kulturen der Welt (l’associazione culturale che ha la sua sede nel Kongresshalle), e ogni volta che la vedo non posso fare a meno di pensare a due dei soprannomi che i berlinesi le hanno affibbiato: „L’ostrica incinta“ e „Il sorriso di Jimmy Carter!“. Questo edificio, con il curioso tetto a forma di guscio, risale al 1957 e venne costruito nella zona di Tiergarten appositamente al confine con il settore sovietico, così come il progetto per la costruzione di un nuovo Regierungsviertel (zona con le sedi governative). Per far capire quanto l’architettura abbia contato durante la Guerra Fredda, vi riporto i commenti della commissione di architetti riguardo la costruzione di questo edificio: „Il sole splende di più nella metà occidentale„. Oppure definendo il progetto della Kongresshalle „un luminoso segnale di fuoco indirezione Est„.

Kongresshalle (Est)

Kongresshalle (Est)

Kongresshalle (Est) – qualche anno più tardi viene inaugurata la Kongresshalle di Berlino Est. Il progetto di questa sala, come pure di Haus des Lehrers che si trova accanto, era del famoso architetto Hermann Henselmann, responsabile anche del collettivo di architetti che costruì la „prima strada socialista della Germania“: Karl-Marx-Allee. Haus des Lehrers era la sede per la cultura e la formazione scolastica, mentre Kongresshalle era la sala per eventi culturali.

Volksbühne (Est)

Volksbühne (Est)

Volksbühne (Est) – il „teatro del popolo“ è stato costruito fra il 1913 e il 1914, grazie alle donazioni dei soci di una cooperativa dell’area socialdemocratica. Il Volksbühne nasce con un’idea sociale: anche le classi sociali meno abbienti dovevano avere la possibilità di accedere alla cultura. Ed è proprio qui che diversi anni più tardi sarà di scena il „Teatro politico“ di Erwin Piscator, una forma di teatro che aveva lo scopo di educare lo spettatore ad una coscienza politica.

Freie Volksbühne (Ovest)

Freie Volksbühne (Ovest)

Freie Volksbühne (Ovest) – con la costruzione del Muro e, quindi, la divisione di Berlino in due città, agli inizi degli anni ’60 viene costruito il Theater der Freien Volksbühne. Nel 1999 viene venduto ad un investitore e prende il nome di Haus der Berliner Festspiele. L’associazione Freie Volksbühne si trasferisce in Ruhrstrasse 6 nel quartiere di Wilmersdorf nel 2007, dove anche oggi continua l’attività teatrale e culturale.

Humboldt Univirsität (Est)

Humboldt Univirsität (Est)

Humboldt Universität (Est) – chi è stato almeno una volta a Berlino avrà sicuramente visto l’edificio di questa famosa università perché si trova proprio lungo Unter den Linden, il viale che arriva alla Porta di Brandenburgo. Humboldt Universität fu fondata nel 1810/11 e portava il nome di Friedrich-Wilhelms-Universität. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, nel 1949, diventa l’università della DDR e il nome viene cambiato in Humboldt Universität (Alexander von Humboldt è stato un naturalista e botanico dell’800, mentre suo fratello Wilhelm era statista e filosofo).

Freie Universität Berlin (Ovest)

Freie Universität Berlin (Ovest)

Freie Universität – anche a Berlino Ovest serviva una sede universitaria, e così nel 1948 venne fondata la Freie Universität con il supporto di politici, studenti e accademici che consideravano Humboldt Universität (nel settore sovietico) troppo tendente all’ideologia comunista. La Freie Universität si trova a Dahlem, nel quartiere di Zehlendorf.

Staatsoper Under den Linden (Est)

Staatsoper Under den Linden (Est)

Staatsoper Unter den Linden (Est) – è il più antico teatro d’opera di Berlino e fu costruito a metà del ‚700. Finita la Guerra anche questa struttura si trovava nel settore sovietico di Berlino, e nel 1955 viene cambiato il nome in Deutsche Staatsoper per poi tornare all’originale dopo la Riunificazione.

Deutsche Oper (Ovest)

Deutsche Oper (Ovest)

Deutsche Oper (Ovest) – Anche Berlino ovest aveva bisogno di un luogo prestigioso come il teatro dell’opera. Il teatro che vediamo oggi è stato costruito fra il 1957 e il 1961 al posto di quello originale, distrutto dai bombardamenti.

Strausberger Platz (Est)

Strausberger Platz (Est)

Strausberger Platz (Est) – la piazza che fa parte di Karl-Marx-Allee, l’esempio dell‘architettura in stile neoclassicista nella versione socialista, fu costruita all’inizio degli anni ’50. Famosi sono i due palazzi che chiudono la piazza: Haus des Kindes (la casa del bambino), ai tempi della DDR era una struttura dedicata ai bambini e Haus Berlin aveva all’interno ristoranti e bar.

Ernst-Reuter-Platz (Ovest)

Ernst-Reuter-Platz (Ovest)

Ernst-Reuter-Platz (Ovest) – si trova nel quartiere di Charlottenburg, non lontano da Zoologischer Garten. Quella che vediamo oggi è stata costruita ex novo nel 1955 sulle macerie della piazza che fu distrutta dai bombardamenti. Insieme ad Hansaviertel, Ernst-Reuter-Platz è uno degli esempi più significativi dell’idea di costruzione moderna del dopo guerra, come pure dell’utilizzo dell’architettura come forma di propaganda e di contrapposizione durante la Guerra Fredda.

Alte Nationalegalerie (Est)

Alte Nationalegalerie (Est)

Alte Nationalgalerie (Est) – fa parte della famosa Museumsinsel ed è stata costruita fra il 1867 e il 1876. Con la divisione della Germania, anche la collezione del museo venne ripartita fra Est e Ovest. Quella che andò a Berlino Ovest venne esposta nella Neue Nationalegalerie.

Neue Nationalegalerie (Ovest)

Neue Nationalegalerie (Ovest)

Neue Nationalgalerie (Ovest) – questo museo dell’arte è stato costruito nel 1968 e fa parte del Kulturforum, che si trova vicino Potsdamer Platz, ed è stato costruito dal famoso architetto Ludwig Mies Van der Rohe.

Ein Gedanke zu “Due città che si chiamano Berlino

  1. Pingback: Scoprire la vera Berlino Est | Berlin Kombinat Blog

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.