„Die letzte Platte“ – abitare nella DDR, un viaggio nel tempo

Berlino musei

Museumswohnung WBS 70

MUSEUMSWOHNUNG, UN VIAGGIO NEL TEMPO

Come erano arredati gli appartamenti nei famosi Plattenbauten durante gli anni della DDR e della Berlino divisa? Come si viveva nei nuovi quartieri costruiti negli anni ’80 a Berlino Est? Un museo davvero fuori dal comune ci racconta tutto ciò: Museumswohnung WBS 70.

UN MUSEO SULLA VITA NELLE CASE DI BERLINO EST

Questo museo è una vera e propria avventura fuori dalla convenzionale immagine che possiamo avere pensando ad un „museo“. Innanzitutto gli orari, un museo carpe diem: aperto solo la domenica dalle 14 alle 16! L’entrata è gratuita. Poi non si trova in una zona centrale, ma nel quartiere di Hellersdorf, fra la pampa e i Plattenbauten. E non serve chiedere informazioni in giro, perché nessuno vi saprà dire niente.

Museumswohnung WBS 70

Museumswohnung WBS 70

Per arrivarci con i mezzi si può prendere la metropolitana U5 da Alexanderplatz e scendere a Cottbusser Platz, lì vicino troverete la meta: Hellersdorf Strasse 179. Per i più sportivi, consiglio di andarci in bicicletta, così potrete vedere come cambia il paesaggio della città attraversando zone diverse. E potrete anche avere un’idea concreta di come e dove sono stati costruiti interi quartieri, a tempo di record, durante gli ultimi anni della DDR.

Museumswohnung WBS 70

Museumswohnung WBS 70

Vi troverete davanti ad un „anonimo“ palazzo, un Plattenbau della serie WBS 70, suonare il campanello ed entrare nell’appartamento, così come se si andasse a visitare un amico. L’appartamento (ovvero il museo) è l’esempio di uno dei 42 mila appartamenti costruiti negli anni ’80 nei nuovi quartieri di Berlino Est: tre vani, 61 mq (questi appartamenti venivano costruiti alla velocità della luce! In 18 ore e pronta consegna!).

Museumswohnung WBS 70

Museumswohnung WBS 70

Tutto l‘arredamento, la tappezzeria, utensili e vari oggetti sono originali dell’epoca. Come vivere in un passato di un mondo che non abbiamo vissuto. Divertente è anche trovare tutte le similitudini con prodotti, oggetti che avevamo anche noi nel mondo occidentale negli anni ’80.

Museumswohnung WBS 70

Museumswohnung WBS 70

Lo stile è infatti quello tipico degli anni ’80 della Germania socialista, con i famosi mobili funzionali, per non parlare della carta da parati piuttosto trash (visti con il gusto attuale). L’appartamento è un esemplare unico del periodo precedentemente al risanamento di questo tipo di costruzione, infatti è possibile vedere anche lo stesso in versione moderna, alcuni cambiamenti nella suddivisione delle stanze, pavimenti in parquet, bagno e cucina con elementi base ovviamente di oggi.

Museumswohnung WBS 70

Museumswohnung WBS 70

Vivere in questo tipo di appartamento era per l’epoca un salto qualitativo non indifferente, se si pensa che molte delle case dei quartieri più centrali avevano ancora riscaldamenti a carbone, non avevano il bagno e la toilette era in condivisione sulle scale, la cucina a gas.  Gli appartamenti dei nuovi quartieri periferici di Berlino Est offrivano riscaldamento centralizzato, stanza da bagno completa, cucina elettrica e così via, oltre a essere zone immerse nel verde (mentre quartieri come Friedrichshain, Prenzlauer Berg, Kreuzberg di verde ne avevano poco o niente). Un appartamento come questo, tre vani e 61 mq veniva assegnato solitamente a famiglie mentre chi viveva da solo poteva accedere a un bilocale.

Museumswohnung WBS 70

Museumswohnung WBS 70

Una visita dal sapore totalmente vintage, per gli appassionati di vintage e per chi è curioso di sapere come si viveva dall’altra parte del Muro.

Per maggiori informazioni: Museumswohnung WBS70

 

6 Gedanken zu “„Die letzte Platte“ – abitare nella DDR, un viaggio nel tempo

  1. Wow mi ero sempre promesso di andarci un giorno o l’altro…ma se è aperto per così poco, significa che il resto dei giorni viene vissuto da qualcuno l’appartamente, o è utilizzato solo come „museo“?

    Praticamente a parte le finestre moderne il resto è veramente originale! poi la parete in cemento è veramente elegante (so che in questo caso era solo a scopo dimostrativo) e mi sta facendo voglia di spogliare la mia cucina dalla carta da parati (moderna e bianca)…dici che funziona facendo lo stesso bell’effetto?

    • no e‘ utilizzato solo come museo come pure l’appartamento di fronte che mostra i cambiamenti dopo i lavori di risanamento del 2006.

      ahah….secondo me e‘ un ottima idea! se lo fai, mandami una foto!

  2. Pingback: I luoghi fantasma di Berlino | BERLIN KOMBINAT BLOG

  3. Pingback: Berlino e i suoi musei | BERLIN KOMBINAT BLOG

  4. Pingback: Lungo la via per il Tacheles | Berlino guida alternativa

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.