A Berlino nulla si distrugge, tutto si trasforma!

Berlino RAW tempel

REVALER STRASSE: ARTE, CULTURA E DIVERTIMENTO

Berlino ricicla e riutilizza aree ed edifici: la storia del RAW Tempel è emblematica. La parziale citazione „Nulla si distrugge, tutto si trasforma“ (Antoine-Laurent de Lavoisier) si adatta benissimo a Berlino. Una città in cui aeroporti e ferrovie vengono trasformate in parchi, fabbriche in luoghi per fare arte e cultura, aree abbandonate diventano orti e giardini. Una delle riconversioni più famose e di successo è proprio quella del RAW tempel (Revaler Strasse 90).
RAW tempel è un’area di 8800 mq ai piedi di Warschauerbruecke, nel quartiere di Friedrichshain. La storia di questo spazio inizia nel 1867 come complesso di officine per la riparazione di treni merci e per il trasporto di persone sotto il nome „Königlich-Preußische Eisenbahnhauptwerkstatt Berlin II“. Sono gli anni dell’Industrializzazione, e Berlino cresce velocemente sia per numero di abitanti sia come potenza industriale.

RAW tempel

RAW tempel

IL RAW TEMPEL: UN PO‘ DI STORIA

Negli anni della Prima Guerra Mondiale nelle officine vengono riparati armamenti. Alla fine della guerra l’impresa viene rinominata in „Reichsbahnausbesserungswerk“ (RAW).

RAW tempel

RAW tempel

Durante la Seconda Guerra Mondiale gli operai servivano al fronte e così vennero prese persone dalle zone occupate e messe ai lavori forzati. Nel 1944, a seguito di un bombardamento, il RAW viene quasi completamente distrutto, finché nel 1945 le forze sovietiche (Friedrichshain si trovava nel settore sovietico) ricostruiscono le officine e l’attività viene ripresa.

RAW tempel

RAW tempel

Nel 1967 ancora un cambio di nome in „Franz Stenzer“, un membro del partito comunista tedesco ucciso dai nazisti; tutt’ora all’interno dell’area RAW Tempel c’è una targa in sua memoria. Come è accaduto per tutte o quasi le industrie ed aziende presenti sul territorio della DDR, e quindi anche di Berlino Est dopo la Caduta del Muro, sono state chiuse o smantellate per essere poi vendute alle compagnie dell’Ovest. Infatti nel 1994 RAW „Franz Stenzer“ termina la sua attività.

RAW tempel

RAW tempel

IL RAW TEMPEL OGGI: STREET ART E NIGHTLIFE

Nel 1998 un gruppo di cittadini si propone di utilizzare l’area del RAW secondo un concetto di sviluppo della città dal basso e di utilità socio-culturale per gli abitanti del quartiere. Sono passati diversi anni e oggi RAW tempel è una realtà ricca di iniziative, locali per concerti e party, palestre, sale prove, teatro, spazi per il tempo libero, attività per i bambini. Sono presenti più di 60 operatori fra associazioni e piccoli imprenditori. Aggiungerei un particolare: a Berlino è quasi tradizione l’impegno attivo degli abitanti in ciò che riguarda la città attraverso un’infinità di progetti in quello che qui viene identificato nella definizione „Sviluppo della città dal basso“.

RAW tempel

RAW tempel

La  struttura architettonica delle officine e i magazzini è rimasta quella originale a cui si sono aggiunti murales che colorano l’ambiente. La Street Art a Berlino è importante perché disegna l’immagine della città, quella per cui è famosa, al punto che molti giovani turisti sono attirati proprio da questo aspetto, le pubblicazioni editoriali in proposito non si contano!

RAW tempel

RAW tempel

Quindi, non solo si dà spazio agli artisti e alla creatività, ma allo stesso tempo si colora la città che deve inventarsi di tutto per sopperire al deficit di luce per buona parte dell’anno e aiutare noi abitanti a non cadere nella depressione invernale!

RAW tempel

RAW tempel

RAW Tempel è da qualche anno il centro della vita notturna berlinese e frequentato anche di giorno come una galleria open air!

RAW tempel

RAW tempel

RAW tempel è una delle tappe del nostro Tour di Friedrichshain.

RAW tempel

RAW tempel

RAW tempel

RAW tempel

RAW tempel

RAW tempel

2 Gedanken zu “A Berlino nulla si distrugge, tutto si trasforma!

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.